Guida dell`antiquariato

Porcellane antiche

Porcellana Royal Worcester

Qualche informazione sulle porcellane Royal Worcester e sulle sue datazioni. Le porcellane inglesi nel 700 avevano un grande handicap: a contatto con liquidi bollenti erano soggette a creparsi. Per evitare che la porcellana si rompesse per il calore, i servizi da tè dell`epoca avevano un piattino a coppetta profondo: si versava il latte freddo nella tazzina, si aggiungeva il tè e si versava prontamente nel piattino a coppa e da li veniva bevuto. Tutto questo per evitare che la porcellana si rompesse per il calore.

Un gruppo di imprenditori con a capo John Wall nel 1751 fondarono la manifattura Worcester, che ebbe una notevole fortuna proprio perché le loro porcellane avevano una alta resistenza al calore e non rischiavano di rompersi a contatto con bevande bollenti, come capitava di frequente a quelle di Chelsea. Ciò diede impulso alla produzione di servizi da tè, anzichè a quella della porcellana decorativa. Fu la Worcester che inventò la tecnica della stampa a trasferibile e avviarono una grande produzione.

La Worcester cambiò spesso proprietari (vedi vari marchi di differenti proprietari) e si unirono tante volte a manifatture rivali. Nel 1862 costituirono la Royal Worcester Co. Ltd. oggi conosciuta in tutto il mondo come Royal Worcester e sono considerate tra le migliori porcellane inglesi.

Dal 1852 al 1862 il marchio standard, che poteva essere stampato o impresso non aveva la corona nella parte superiore (vedi foto a sinistra).

Può capitare di trovare questo marchio impresso con sopra la corona decorata. E` stata aggiunta in un secondo tempo quando l` oggetto è stato decorato, quindi dal 1862, anno in cui è stata introdotta la corona. Il simbolo che noterete all`interno non è una luna ma una C con il numero 51 nel centro: si riferisce all`anno 1751, quando la Società Worcester Porcelain è stata fondata dal Dr. John Wall e può essere di qualsiasi colore.

Da allora (1862) gli oggetti furono contrassegnati da un marchio e una data.

Abbiamo detto che dal 1862 la corona poggerà esattamente sopra cerchio.In ogni caso nel periodo che va dal 1862 al 1867 sono rare le indicazioni precise dell`anno di fabbricazione, ma a volte possiamo trovare le ultime due cifre della data stampato sotto il marchio standard (vedi foto a destra). Se ad esempio troviamo il numero 73 significa che la datazione dell`oggetto è 1873.

Dal 1867 invece abbiamo un sistema di lettere che sta ad indicare indicare l`anno di produzione.

Ecco le lettere di datazione sotto il marchio standard nel periodo che va dal 1867 al 1990. Il marchio che vediamo nella foto sotto a sinistra avendo la lettera a minuscola indica l`anno 1890.

A=1867 N=1878
B=1868 P=1879
C=1869 R=1880
D=1870 S=1881
E=1871 T=1882
G=1872 U=1883
H=1873 V=1884
I=1874 W=1885
K=1875 X=1886
L =1876 Y=1887
M=1877 Z=1888
O=1889 a= 1890


Dal 1891 usarono un sistema di punti e/o simboli.

Dal 1891 la scritta Royal Worcester England è stata aggiunta sotto il marchio (sempre lo stesso marchio standard), mentre nel 1892 è stato aggiunto un punto, nel 1993 due punti, nel 1894 tre punti ... e così via.

Questo sistema è stato usato sino al 1915 quand o sono stati disposti 24 punti intorno al marchio stampato standard ( sotto la scritta Royal Worcester England).

Il marchio che vediamo a sinistra ha 5 puntini a sinistra della corona e 6 a destra e indica l`anno 1902.

Dal 1916 appare sotto il segno una piccola stella o un asterisco *, nel 1917 una stellina e un punto, nel 1918 una stellina e due punti, e così via....

Questo metodo fu usato sino al 1927 con la stellina e 11 punti disposti intorno al marchio stampato standard.

Dal 1928 iniziarono i simboli, che per questo anno è un rettangolo e compare la parola Made (Made in England).

Nel 1929 il simbolo è un rombo, nel 1930 tre righe orizzontali ( con la centrale più lunga), nel 1931 due cerchietti attaccati tra loro, nel 1932 tre cerchietti, nel 1933 tre cerchietti con un punto a destra, nel 1934 tre cerchietti con due punti ai lati e così via... sino al 1941 con tre cerchietti e nove puntini.

Dal 1942 al 1948 i marchi sono neri ma non è stato usato nessun metodo di datazione.

La datazione continua sino al 2003 con altri metodi.
Informazioni da "Antichità il tempo ritrovato" - Cagliari