Pagine

Di tutto un po'

Tecniche

Silver plate & Silver Plated on cooper

Portacandela basculante in sheffield dell

Informazioni da Antichità Il Tempo Ritrovato CagliariI primissimi pezzi in Silver plate (Argentatura elettrolitica, electroplate) sono in rame, in seguito sono in nichel o composti da altre leghe.

Il Silver plate indica in modo generale gli oggetti rivestiti in argento realizzati in rame o leghe metalliche come il peltro, l`alpacca, l`ottone o altri indipendentemente dalla tecnica usata per ottenere questo risultato.

Lo chiamiamo erroneamente Sheffield, ma il Silver Plate è un procedimento chimico in cui un oggetto di rame o di nichel viene placcato nell`argento usando la corrente elettrica, una soluzione chimica a base di potassio e due elettrodi.L`oggetto, immerso nella soluzione chimica, viene collegato ad un elettrodo, mentre all`altro elettrodo è collegato ad un pezzo d`argento puro posto in un altro bacile di soluzione. Si attivava la corrente e l`oggetto di rame veniva argentato tramite elettrolisi. Più l`oggetto veniva lasciato in questa soluzione e più spesso era lo strato d`argento che si creava. Quando l`oggetto argentato elettroliticamente era in rame si chiama più esattamente Silver Plated on cooper o Electro Plating cooper (vedi foto a destra).La differenza tra un manufatto in Old Sheffield ed uno realizzato tramite elettrolisi è che nell`Old Sheffield c`è argento sterling 925, mentre nel silver plate l`argento è puro: da qui il colore più bianco e freddo che consente un eventuale test chimico.L`oggetto in silver plate veniva prima sbalzato e cesellato e solo dopo la realizzazione veniva placcato per elettrolisi. Non era possibile sbalzarlo e cesellarlo dopo come avveniva con l`Old sheffield, vista l`esiguità dello spessore della placcatura.All`inizio furono utilizzati i marchi analoghi a quelli dell`argento. Gli uffici di Sheffield e Birmingham aperti nel 1773 decisero di non punzonare alcun oggetto placcato. Dal 1784 a Sheffield fu possibile marcare i pezzi solo ed esclusivamente con un marchio identificativo del maker. Successivamente tutti i pezzi in silver plate presentano un proprio sistema di punzonatura riportato nei principali repertori.
Informazioni da "Antichità il tempo ritrovato" - Cagliari